Le domande più frequenti (FAQ)

Le domande più frequenti che arrivano dai social.

Arrivare a decidere di rivestire una parete con soluzioni in pietra (ricostruita o naturale che sia), è un percorso costellato di domande. Non è come un quadro che si appende, si guarda, dopo un po se non ci piace, via…in cantina.

Rivestire con elementi in pietra è da un lato piuttosto semplice (vedi Petra) ma dall’altro, a giudicare dalle domande, dai dubbi che vengono espressi nei commenti sui social, è una scelta che è giudicata importante perché nell’ambiente nella quale viene montata ci dobbiamo vivere, lavorare. In questo articolo forniamo delle risposte con l’intento di fugare ogni dubbio e dare il meglio del nostra esperienza, perchè vogliamo che le aspettative di chi ci preferisce vengano soddisfatte.

PARETE ROCCIA ANTICA
Parete rivestita con Roccia Antica, mix colori

Possono essere montate in un ambiente piccolo?

La dimensione dell’ambiente è relativa. L’effetto che provoca una parete rivestita, soprattutto facendo ricorso all’illuminazione, spesso è di far sembrare più spaziosa la zona dove viene montata.

 

Perché insistete tanto sull’illuminazione?

Perché è una componente essenziale del progetto di arredo. L’illuminazione consente di “muovere” la parete, renderla viva, dargli profondità, volume. La posizione del punto luce (che stando agli ultimi dettami della moda dovrebbe provenire da una sorgente nascosta) studiata in modo da investire la parete come fosse una pioggia, sbatte sulla superficie della parete e crea un gioco di luci e ombre che ingannano l’occhio umano, aumentando la sensazione di benessere che un intervento del genere comporta. Una parete rivestita non è niente senza la luce. (scopri di più)

 

Si può applicare direttamente su una parete pitturata?

Meglio di no. Per un motivo, perché la pittura in genere è una pellicola, quando non ostacola l’assorbimento dei collanti, perché magari è uno spatolato a cera, o altra pittura fortemente impermeabile, corriamo il rischio di utilizzare anche i migliori collanti in commercio ma vanifichiamo la loro presa perché andiamo a metterli su una superficie che “li respinge”. E’ opportuno rimuoverla, ma ci sono tecniche che consentono di farlo senza sollevare troppa polvere come con la scartavetratura (sia meccanica che manuale). Pertanto, no, è meglio non correre questo rischio. Rimuovere. (vedi la GUIDA MONTAGGIO)

 

Durante la fase di montaggio si fa tanta polvere?

Solo per tagliare i pezzi (ad esempio di PETRA) che bisogna adattare alle dimensioni della parete, sia in verticale che in orizzontale (quando arriviamo ad un angolo o facciamo finire il rivestimento accanto allo stipite di una porta). In tal caso è opportuno effettuare i tagli (con un comune frullino) all’aperto in modo da disperdere la polvere che si produce col taglio, all’aperto.

 

Quanto tempo richiede il montaggio di un rivestimento?

Dipende dalla tipologia, dalla dimensione della parete da rivestire. Per PETRA il tempo è davvero poco. Non richiede stuccatura quindi il montaggio procede in modo piuttosto veloce. In genere una parete dietro un divano si monta in due, massimo tre giorni. Per la Roccia Antica o tutta la gamma Mattone, Mattoncino, Listello, ci vuole un po di tempo in più perché vanno stuccati e per evitare problemi è bene stuccare dopo che siamo sicuri che il collante con il quale si è montato il rivestimento si sia asciugato.

I vostri rivestimenti scoloriscono nel tempo?

No, perché sono “colorati in pasta”. Ossia hanno il colore incorporato e non verniciato. Qui parliamo di rivestimenti in un interno dove non c’e’ a preoccupare l’azione aggressiva degli agenti atmosferici, pioggia, raggi ultravioletti, vento. In ogni caso questo metodo di colorazione è più affidabile di tanti altri che invece sono colorati a spruzzo. E’ resistente anche ai piccoli urti che inevitabilmente possono verificarsi in casa, specie con i bambini. Al contrario anche la pietra naturale, proprio “per la sua natura” altera i colori nel tempo…con i nostri rivestimenti questo rischio non si corre.(scopri)

Quale rivestimento scegliere?

Questo non lo possiamo indicare noi. Avete a disposizione tante tipologie, dal PETRA, a tutta la gamma Mattone, Mattoncino e Listelli, per gli amanti del rustico c’è la Roccia Antica…Date un’occhiata alla pagina specifica, che abbiamo chiamato proprio CON COSA RIVESTIRE?

Vanno trattati dopo la posa?

No, nessun trattamento. Nei nostri rivestimenti non c’e’ presenza di resina ecco perché sono traspiranti e igienicamente “sani”, consentono lo scambio di traspirazione fra le pareti e l’esterno. Si trattano solo in due situazioni: quando usati in un box doccia e vicino ai fuochi di una cucina in muratura. In tal caso si utilizza un prodotto della FILA che ha il potere di renderli impermeabili e facilmente pulibili.

Si possono montare sul cartongesso?

RIvestimento PETRA PRIMICERI COLORE GRIGIO FUMO PARETE RIVESTITA IN PIETRA RICOSTRUITA FINTA PIETRA PIETRA RICOMPOSTA FAI DA TE
Petra grigiofumo incollato su pannello verticale cartongesso.

Si, stando solo attenti a come ancorare il cartongesso, a sua volta, sulla parete, perché soprattutto il PETRA pesa circa 45 al mq. e bisogna essere certi che il pannello non si muova, sia stabile. In tal caso si utilizzano collanti appositi, in pasta, più costosi dei collanti in polvere normali ma molto più veloci e facili da applicare con una comune spatola dentata.

Come faccio se devo montare dei pensili?

Puoi montare comunque il rivestimento e successivamente utilizzare degli stop (tasselli) di una lunghezza adeguata per arrivare ad ancorarli alla parete sotto il rivestimento. Oppure, come nel caso delle piastre supporto per il fissaggio ad esempio degli schermi tv, fissare le stesse direttamente a parete, prima del rivestimento, e successivamente montare lo stesso “girandogli” intorno. L’inevitabile inestetimo, in genere è coperto dallo schermo. In generale è preferibile sempre andare ad ancorare sulla muratura, ricordando che in quanto rivestimento, pur essendo molto “robusto”, è la parete che sostiene entrambi, sia i pensili che il rivestimento stesso.

Se la parete è umida? Posso montarli?

Stando attenti a come preparare la parete per risolvere prima il problema si. Ne parliamo diffusamente qui.

Come faccio se ho le prese sulla parete che voglio rivestire?

Facile: si lascia il “frutto” incassato come è ora nella parete sottostante. Si utilizzano solo viti più lunghe per portare fuori la mascherina (placchetta) a filo con il rivestimento, che poi verrà coperta con la sua stessa placca originale.

IMG-20160113-WA0001

 

Non ho prese di luce in alto sulla parete, come faccio?

Ecco una domanda previdente. Perché si preoccupa soprattutto del “dopo”. Perché ha compreso che la luce è importante tanto quanto il rivestimento stesso. In genere, se nella parte bassa della parete è presente una presa, si apre, prima di applicare il rivestimento, una piccola traccia atta a contenere un corrugato, all’interno del quale cammineranno i fili elettrici per portare in alto, nel punto che si desidera, l’illuminazione.

P1080330
Parete in Petra gialla illuminata da luci LED incassati a soffitto

Non mi piacciono i vostri colori, non ho trovato un punto che mi piace, posso sopraverniciare i vostri rivestimenti?

Si, purchè utilizziate una pittura traspirante. Nessun problema, non sono smaltati quindi assorbono piuttosto bene la pittura.

PETRA PITTURATA GRIGIO SCURO E BIANCA
esempio di parete pitturata di grigio, sullo sfondo quella originale, bianca.

Difficile da pulire? Polvere?

E’ vero, soprattutto i rivestimenti con una superficie “mossa” a rilievo, possono essere facilmente deposito di polvere. Ma è sufficiente passare periodicamente l’aspirapolvere o un piumino sulla parete per asportarla. Nel caso (da noi sconsigliato perchè si bloccherebbe la traspirabilità del rivestimento) di trattamento “lucido” dato a pennello, (pellicola trasparente) con un panno umido. Non comporta pertanto grosso stress, dando per buono che in ogni caso, indipendentemente dal rivestimento, dentro casa normalmente si spolvera per rimuovere la polvere…

I vostri rivestimenti spolverano?

No, addirittuta il tipo LISTELLO al tatto si presenta leggermente sabbiato proprio per ricreare alla perfezione l’aspetto dei vecchi listelli con i quali venivano costruiti i muri nel passato, e lascia intatti i polpastrelli, puliti senza alcun rilascio di polvere o colore.

Avete pezzi speciali?

Si. Tutti i rivestimenti sono dotati di pezzi speciali ad angolo. Comodi quando non si vuole impazzire a tagliare a “jolly” le piastre (cosa che comunque fanno in molti ). Nessun problema.

Si può montare anche all’esterno?

Certo, tutti i prodotti Primiceri sono antigelivi, e sono fatti (cosi come sono senza bisogno di alcun trattamento) anche per la posa all’esterno. (scopri)

roccia antica facciata

Costo?

In giro c’è di tutto. Da roba fatta in polistirolo, gesso, a pannelli, colorata a spruzzo. Il mercato ci riconosce uno dei migliori rapporti prezzo/qualità. In altre parole per quello che offriamo siamo ancora molto competitivi. La “forbice” su questi prodotti parte dai 20 euro e arriva anche gli 80… Provare per credere. E…soprattutto, richiedete i campioni. Toccateli. La vostra sensazione è il miglior barometro per la percezione del prezzo.(scopri di più)

La brochure dedicata ai rivestimenti a mattone

Dove vi trovate?

L’Azienda Primiceri si trova nei dintorni di Lecce, nel Salento. E’ presente, nei migliori showroom di ceramiche e magazzini per edilizia, un po in tutta Italia, che spesso hanno anche prodotto in pronta consegna. In ogni caso dall’ordine alla consegna passano davvero pochi giorni.

 

Perché dovrei rivestire una parete con la vostra pietra?

Giusto, non ce l’ha ordinato il dottore (posto che sia una una prescrizione autorevole…), ma al di la della moda, è la sensazione di benessere che si vuole aumentare. Il comfort che regala una soluzione di arredo come questa supera le mode, e lavora nel nostro inconscio infondendo sicurezza, chissà il richiamo ancestrale alla tradizione, oggi è fortemente rivalutata da architetti, interior designer, arredatori. Conferisce carattere, arreda, rende meno anonima una parete rivestita con le tecniche tradizionali, denota gusto e sensibilità all’aspetto estetico di chi vive e lavora in luoghi arredati in questo modo. In altre parole è qualcosa che ci gratifica, e rende piacevole l’ambiente. (vai alle referenze di chi l’ha già montata)

Hai altre domande da fare? Bisogno di chiarimenti?

(*) FAQ è l’acronimo di frequently asked question, le domande più frequenti. Utile leggerle per trovare le domande alle quali forniamo una risposta. Aggiungine altre.

 


.scarica la Guida ai rivestimenti in pietra ricostruita roma finta pietra bottone richiesta preventivo Facebook

Utilizziamo solo rivestimenti PRIMICERI

 

2 pensieri su “Le domande più frequenti (FAQ)

  1. Sto valutando di rivestire una parete interna della mia tavernetta con pietra. Mi è stato consigliato il gesso effetto pietra, ma è adatto ad una parete con una leggera umidità di spinta? Grazie

    Mi piace

Commenta cliccando qui.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...